Ottopagine 10.06.2013 Borgo rid

Castelvetere – Quando un antico borgo diventa albergo diffuso. E’ il caso del comune di Castelvetere sul Calore. L’obiettivo del progetto è quello di rianimare i centri storici di piccoli comuni, garantire uno sviluppo eco sostenibile e alla portata di tutti, favorire la crescita economica delle comunità. Caratteristico dei centri storici di comuni fino a 5mila abitanti, l’albergo diffuso deve essere in grado di garantire abitabilità, vitalità, vivibilità, animazione della vita economica attraverso attività commerciali enogastronomiche e di artigianato tipico.

(altro…)

Da Ottopagine del 28.06.2012 di _Agostino Della Gatta – Irpinia Turismo

I protagonisti di questa singolare iniziativa sono un gruppo di imprenditori, per la quasi totalità agricoli, che producono prevalentemente formaggi e mieli. Il tutto è nato grazie alla volontà delle dette aziende ed alla disponibilità di funzionari della Regione Campania dello STAPA CePICA di Avellino che, in occasione di vari corsi di formazione, hanno stimolato e coordinato la costituzione di quest’associazione, le cui finalità sono quelle di ampliare le conoscenze tecniche, migliorare le strutture e promuovere i propri prodotti ed il proprio territorio.

Il progetto dell’associazione, che ha realizzato una guida cartacea con allegata cartina del territorio e il sito internet stradaformaggiemielidirpinia.com, è quella di stimolare e promuovere viaggi lungo i percorsi della Strada; viaggi che vogliono essere la ricerca o la riscoperta di gusti nuovi ed antichi, ma anche il piacere di scoprire luoghi, mestieri e tradizioni che hanno origini antiche. Formaggi, mieli e altro ancora, per tutti i gusti, per ogni palato: gli oli delle colline interne, i salumi, la carne bovina ed ovina, i dolci tradizionali e tanti altri prodotti che hanno conservato intatta e ripropongono le tradizioni irpine. L’occasione per gustare il pecorino carmasciano e quello bagnolese, i caciocavalli, il tartufo nero di Bagnoli Irpino, la castagna di Montella, i prelibati mieli di acacia, di sulla, di castagno e i millefiori. Un percorso che riuscirà a trasmettere intense emozioni a chiunque vorrà gustarne i prodotti e scoprirne i luoghi di produzione. Al centro di questo viaggio del gusto quattro angoli di Irpinia, le valli del Sabato, del Calore, dell’Ufita e dell’Ofanto – Sele, che racchiudono piccole comunità capaci di custodire antichi saperi trasformati con maestria in intramontabili piaceri del palato. Lavorazioni e ricette raccontano storia, cultura e tradizioni millenarie. Inoltre, tra i tesori più ammirati e pregiati, da presentare agli ospiti dell’Irpinia, rientra anche diverse aziende artigianali che producono ceramiche, stoffe, vetro, e da sempre rappresentano l’anima e la personalità dell’intera comunità.

Ad oggi l’associazione Strada dei Formaggi e dei Mieli d’Irpinia interessa l’intero territorio provinciale ed attualmente conta circa 120 aziende in oltre 50 Comuni irpini e, a partire da quest’anno ha affidato all’agenzia Irpinia Turismo l’attività di coordinamento delle aziende associate con le necessarie attività di consulenza, promozione e comunicazione; attività che rientrano in quella che è la volontà, comune ad Irpinia Turismo, di costruire una vasta rete territoriale, fortemente voluta dagli operatori locali, con la consapevolezza che solo diventando direttamente attori e promotori si possono creare le condizioni ottimali per un adeguato percorso di crescita economica del territorio, in funzione di un crescente mercato turistico, che porti ad adeguate condizioni di vita e di lavoro tali da evitare l’abbandono dei piccoli paesi e di rilanciare il mondo dell’agricoltura anche grazie ai tanti giovani che, titolari e/o familiari, sono impegnati nelle dette aziende.

La Strada è una delle poche in Italia; esperienze e realtà significative si trovano prevalentemente in Trentino. Proprio con tali realtà sono state avviate anche diverse attività di gemellaggio per scambi di esperienze e conoscenze, ma soprattutto per uscire fuori dai confini provinciali. In questi giorni sono in corso alcuni Tour promozionali con un forte coinvolgimento delle aziende e di tanti addetti ai lavori nel settore turistico-enogastronomico.

La Strada dei Formaggi e dei Mieli d’Irpinia “un viaggio…in tutti i sensi”

Ci siamo appena lasciati alle spalle Pasqua e pasquetta, altro periodo dell’anno da tenere in seria considerazione per un’attenta analisi dei flussi turistici in corso e di quelli che si prospetteranno per la prossima stagione estiva. A livello nazionale le notizie, statistiche e di riscontro, parlano di un sensibile calo con 9,5 milioni di italiani in vacanza e quasi 51 milioni a casa, -10,3% rispetto allo scorso anno.

A fronte di questi dati, a livello nazionale, Bocca (presidente di Federalberghi) ha dichiarato: “A questo punto l’auspicio è che all’indomani delle festività debba avviarsi un confronto tra Governo, Imprese e Sindacati volto a stabilire alcune priorità senza le quali il sistema turistico nazionale rischierebbe di vedere compromessa anche la prossima ed altrettanto imminente stagione turistica estiva”.

(altro…)

Intervista su Ottopagine del 21 agosto 2011.

TURISMO IN ALTA IRPINIA

Questo il nostro modestissimo parere con le sensazioni avute girando l’irpinia

in questi giorni d’estate.

Voi cosa ne pensate?

(altro…)